Origine:

Indonesia

padda
 
(Padda oryzivora)



TAGLIA:
140 mm.


descrizione

E' uno dei più popolari e facilmente riconoscibili rappresentanti della famiglia degli Astrildidi. In commercio ora si possono reperire anche le forme bianca, pezzata ed Isabella. Testa e coda neri, guance bianche; resto del piumaggio grigio delicato: anello perioftalmico rosso, Becco rosa; zampe carnicine. I sessi sono pressoché identici.

mantenimento in cattività

Uccelli robusti, una volta acclimati a dovere, possono alloggiare all'esterno durante tutto l'anno e vivere a lungo. Sebbene non particolarmente aggressivi è opportuno evitare di tenerli assieme ad uccelli di taglia inferiore, se non altro per le conseguenze, facilmente immaginabili, che potrebbe avere una beccata inferta dal loro poderoso becco.

riproduzione

A differenza delle varietà "domestiche", la forma grigia selvatica non gode fama d'essere molto prolifica. Il nido più idoneo è costituito da una cassettina per esotici a frontale semi-aperto che i Padda riempiono in modo approssimativo di materiale vario.
L'allevamento dei nidiacei non presenta difficoltà, la sola aggiunta da fare alla dieta base è un'abbondante razione di semi germinati.


alimentazione

Un miscuglio di semi composto da scagliola, miglio, moderate razioni di canapa e riso vestito, basteranno a tenere in forma questi uccelli. Un po' di verdura di tanto in tanto e i soliti grit e osso di seppia completeranno la dieta.